ParchilazioParchilazio
NaturaFlora

Biancospino comune

Nome comune: Biancospino comune
Nome scentifico:Crataegus monogyna Jacq

“Di marzo per la via della fontana la siepe s'è svegliata tutta bianca, ma non è neve, quella: è biancospino tremulo ai primi soffi del mattino”: così Umberto Saba descrive questo piccolo albero, trasferendo al lettore l'emozione della sua splendida fioritura.

Infatti da marzo a giugno il fitto intreccio di foglie e rami spinosi viene completamente ricoperto da piccoli fiori bianchi, riuniti in corimbi, con 5 petali a margine arrotondato e numerosi stami violacei (15-20). Le foglie, decidue, di un verde molto intenso soprattutto in estate, sono lunghe circa 4-5 cm, profondamente lobate e a margine intero, sorrette da rami giovanili sottili e arrossati, spinosi nelle posizioni più esterne.

Gli esemplari più giovani assumono un aspetto cespuglioso e sono caratterizzati da tronchi lisci e grigi, mentre i più longevi possiedono tronchi sinuosi, ramificati fin dalla base, con una corteccia bruna, sfaldata in scaglie, che arrivano al massimo ad una decina di metri di altezza.

In autunno, il biancospino si riempie di numerosi grappoli rossi formati da drupe di 7-10 mm, tondeggianti e carnose, che contengono un unico seme giallo-bruno. Questa specie ama i terreni calcarei e vegeta in boscaglie, pascoli, pendii erbosi e al margine dei boschi fino ai 1500 m slm.

L'etimologia del genere, Crataegus, deriva dal greco “Kratos” che significa forza, in riferimento alla robustezza della pianta, alla durabilità del legno ma anche alla longevità della specie con esemplari che raggiungono anche i 500 anni di età.

E' una pianta ricca di principi attivi ampiamente utilizzata per le sue proprietà diuretiche, ipotensive, astringenti, antispasmodiche, sedative, vasodilatatrici e antidiarroiche. In cucina i frutti del biancospino vengono usati per bevande fermentate e per confezionare una delicata marmellata, lievemente astringente, mentre in campo cosmetico il bagno di biancospino è apprezzato per le proprietà rilassanti.

 

Classe: Magnoliopsida    Ordine: Rosales      Famiglia: Rosaceae

La mappa di Parchilazio.it

Cerca nella mappa