#NaturaQuotidiana
Camminare nei parchi

#NaturaQuotidiana
Camminare nei parchi

6 OTT 2020

#IncantaLazio #ViviParchideLazio

Camminare nei parchi del Lazio
Ostelli, rifugi, foresterie: nei parchi del Lazio si può soggiornare in luoghi imperdibili per gli amanti della natura e della contemplazione, per gli sportivi e gli escursionisti, o per chi semplicemente voglia assaporare il proprio tempo e riscoprire gli antichi ritmi di territori spesso poco conosciuti.
Basta scorrere questa tabella,  che offre una selezione tratta dalle 100 aree protette della nostra Regione, per sperimentare un turismo diverso, dove tutto quello che serve sono un paio di scarponi e uno zaino.
Si può pernottare in un ostello facendo – in un periodo come questo – vacanze sicure e sorprendenti, alla scoperta di nuovi itinerari, degustando prodotti tipici e ammirando panorami indimenticabili intorno a laghi o foreste, visitando borghi e fortezze, castelli e abbazie, santuari e monasteri; tutti ricchi di storia, leggende e tradizioni. Quindi in cammino sulle antiche vie, alla scoperta della nostra identità. Il Lazio ti aspetta!
Foto di Roberto Sinibaldi

Ecco alcune strutture ricettive nelle aree protette del Lazio:

Riserva Monte Rufeno  
Casale Tigna  Casa Vacanze Sant'Antonio  Casale La Monaldesca  Casale Oasi Astronomica  Casale Palombaro

Riserva Laghi Lungo e Ripasottile  
Ostello Villa Franceschini

Riserva Lago di Vico
Camping Natura

Parco di Veio
Ostello Porta di Veio

Riserva Nazzano, Tevere-Farfa
Ecoturismo Tevere Farfa

Parco Monti Simbruini
La Locanda dell'Orso Ostello Il Lescuso

Parco Monti Aurunci
Rifugio di Tozze  Ostello Palazzo Spinelli

Parco Monti Ausoni e Lago di Fondi
Foresteria Camposoriano Foresteria Tenuta Sugarelle