ParchilazioParchilazio

Da Le Piagge di Genzano a Monte Cavo - Sentiero 512

Quick info

  • Difficoltà: Medio - Facile
  • Durata: 3h e 30m
  • Distanza: 7,2 Km
  • Dislivello in salita: 470 m
  • Tipologia: A piedi, In bici

Cerca nella mappa

Alle spalle del Convento di San Francesco, in località Le Piagge, a Genzano di Roma, ha inizio il sentiero 512. Percorsi i primi 600metri su una carrabile pavimentata in cemento, il sentiero diviene sterrato e si apre su un pianoro. Più avanti nei pressi di una secolare ceppaia di castagno, ci si affaccia sul bacino dellago e sui paesi di Nemi e Genzano di Roma. Nelle giornate più limpide, da qui, è ben visibile il Mar Tirreno fino al litorale pontino. Il sentiero si apre ora su un'ampia radura incolta. Superata quest'ultima, prosegue affiancando il Vallone Tempesta, sino a raggiungere Fontan Tempesta e lo stagno che le acque in eccesso del fontanile hanno creato. Qui numerose specie di insetti ed anfibi trovano l'ambiente ideale per compiere il proprio ciclo vitale. Si procede ora a destra e si supera il sottopasso della via dei Laghi. Si volta a sinistra (a destra il raccordo 512a giunge in via dei Corsi da cui si possono raggiungere i sentieri dell'Artemisio) e in corrispondenza del punto di ristoro in località Guardianona, il sentiero piega sulla destra ed inizia a salire. Quest'ultimo tratto si svolge sul basolato della Via Sacra, e giunge al Belvedere da cui è possibile osservare un panorama unico nei Castelli Romani. Sono da qui visibili contemporaneamente i due laghi vulcanici Albano e di Nemi, l'apparato dell'Artemisio, il promontorio del Circeo, il Mar Tirreno e le Isole Pontine