Parchilazio
Parchilazio - Portale delle aree protette del Lazio
Lago di Vico
Riserva Naturale Regionale

Lago di Vico

Ente Monti Cimini
Chiarimenti su come presentare le domande di nulla osta alla Riserva Lago di Vico

Chiarimenti su come presentare le domande di nulla osta alla Riserva Lago di Vico

10 MAR 2017

di Riserva Naturale Regionale Lago di Vico

Con la normativa nazionale sullo snellimento delle procedure burocratiche, che mira a facilitare la presentazione di richieste di vario tipo alla Pubblica Amministrazione, sono stati da tempo istituiti presso i Comuni i cosiddetti SUAP, ossia gli Sportelli Unici Attività Produttive, in genere presso gli Uffici Tecnici dei Comuni stessi, unico punto ai quali i cittadini devono richiedere qualsiasi autorizzazione.

L'iter burocratico si sviluppa in quattro fasi, nelle quali il cittadino è chiamato soltanto a presentare la domanda e a ritirare l'autorizzazione relativa:

  1. La richiesta, relativa ad attività da eseguire all'interno del territorio della Riserva Naturale, va presentata ESCLUSIVAMENTE al SUAP del Comune di competenza (Caprarola o Ronciglione) utilizzando l'apposita modulistica, alla quale è necessario allegare copia del versamento (bancario o postale) dovuto per i diritti di istruttoria (vedi sotto).
  2. Il Comune trasmette la richiesta presentata dal cittadino alla Riserva.
  3. La Riserva Naturale, dopo aver effettuato un sopralluogo tecnico insieme al richiedente, rilascia, se l'intervento è autorizzabile, il nulla osta preventivo inviandolo al Comune;
  4. Il Comune, ricevuto il Nulla Osta dagli Uffici della Riserva, emette l’autorizzazione consegnandola al Cittadino.

Va dunque chiarito che, in base alla normativa vigente, il rilascio dell'autorizzazione finale spetta comunque al Comune.

Le richieste, a seconda del tipo di attività, vanno presentate mediante i nuovi moduli, scaricabili nella sezione modulistica del sito o disponibili in cartaceo presso:

  • Uffici della sede della Riserva, S.P. 1 Cassia Cimina km 12,00;
  • LabTer - Palazzetto della Cultura di Caprarola, Via della Repubblica snc, Caprarola;
  • Comune di Caprarola, Ufficio Tecnico;
  • Comune di Ronciglione, Ufficio Tecnico.

La documentazione da inviare, a seconda del tipo di attività per cui si richiede il Nulla Osta, è indicata su ciascun modello.

Il pagamento dei diritti d'istruttoria può avvenire mediante versamento:

- sul C.C. Bancario IBAN IT39G0306972970100000046063, presso INTESA SANPAOLO CAPRAROLA, intestato all’Ente Monti Cimini Riserva Naturale Lago di Vico, con indicazione, quale causale del versamento, del tipo di N.O. richiesto e il Cognome e Nome del richiedente;

- sul C.C. Postale IBAN IT43W0760114500000007687620, intestato a Ente Monti Cimini Riserva Naturale Lago di Vico, con indicazione, quale causale del versamento, del tipo di N.O. richiesto e il Cognome e Nome del richiedente.

SPESE D'ISTRUTTORIA

Le spese d'istruttoria, analogamente alla maggior parte degli Enti locali, sono dovute per contribuire, almeno in parte, alla predisposizione della documentazione tecnica e all'effettuazione dei sopralluoghi necessari al rilascio dell'autorizzazione.

L’ammontare dell’imposta per spese d’istruttoria (diritti istruttori + spese istruttorie) è quello di seguito indicato per ciascun tipo di atto:

  • Comunicazione Inizio Lavori per attività edilizie libere: € 20,00
  • N.O. Urbanistico – edilizio: € 50,00
  • N.O. per recinzioni a fini agricoli: € 10,00
  • N.O. naturalistici – piccoli lavori agricoli: € 10,00
  • N.O. per taglio alberi singoli/decespugliamento: € 15,00
  • N.O. per taglio alberi sotto a 3 ettari: € 30,00
  • N.O. per taglio alberi oltre i 3 ettari: € 50,00
  • N.O. per spettacoli e manifestazioni ricreativo-sportive: € 40,00.

L'ammontare delle spese d'istruttoria è stato stabilito con Deliberazione del Commissario Straordinario n° 5/2017 mediante il “Regolamento per le modalità di presentazione delle richieste di nulla osta e per il pagamento dei diritti di istruttoria”.

Lascia un commento