Parco Naturale Regionale

Monti Simbruini

Servizi per il turista

Trovate 13 strutture

  • Strutture del Parco

    Scuola Appenninica della Filosofia Vivente Nietzesche: La Filosofia che salva la tua mente attraverso il ritorno in natura del tuo corpo

    Dove si può fare filosofia come si faceva nell'antichità? Le religioni hanno i loro templi come le scienze hanno le loro università. La Filosofia, intesa come l'arte della vita, a volte la troviamo nei caffè, a volte come una curiosità scientifica in qualche conferenza... Per questo ho deciso di creare la "Scuola Appenninica della Filosofia Vivente", dove invito tutti quelli che hanno fame di risposte, meditazione, lettura di antichi testi e passeggiate consapevoli in un ambiente incontaminato. Tutti hanno sentito parlare delle scuole filosofiche di Platone e Aristotele. Le tre grandi scuole del Pensiero Ellenistico in Occidente: Stoica, Epicurea e Scettica. In Oriente le scuole Buddista e Taoista su tutte. Ognuna di queste scuole ha il suo stile proprio e uno o più maestri che pensano e si comportano di conseguenza; per esempio Epicuro acquistò un giardino ad Atene per la sua ricerca filosofica, mentre il Buddha vagava di posto in posto con i suoi discepoli. "La Scuola Appenninica della filosofia Vivente" è il mio progetto di scuola filosofica, messo lì da qualche parte tra Epicuro e il Buddha. Ho tratto ispirazione da tutte le scuole menzionate, nonchè dalle ultime scoperte nelle scienze ambientali e nella moderna neuro-psicologia, come, dalle tradizioni locali di ricerca filosofica così ben espressa da San Benedetto, che ha meditato per tre anni in una grotta nei pressi di Subiaco (RM). "La Scuola Appenninica della Filosofia Vivente" si trova a Trevi nel Lazio (FR), e più precisamente, all'interno del Centro Studi Internazionale di Colle Mordani e ha nel suo DNA micro spedizioni nella natura selvaggia del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini. Questo è infatti il luogo ideale per una scuola filosofica, la natura qui invita alla ricerca e alla contemplazione; i luoghi e le grotte dove santi hanno meditato per millenni; la vicinanza con Roma, la capitale spirituale e intellettuale dell'antichità. Dr Marcin Fabjański Marcin Fabjański, dottore in Filosofia, docente accademico, autore di sette libri, regista documentarista e premiato giornalista e sceneggiatore, ha vissuto e lavorato in tre continenti. Ha studiato Filosofia all'Università di Poznan (Polonia) a York (UK), e ha vissuto due anni in Asia presso diversi Monasteri Buddisti. Da oltre 20 anni fa ricerca, docenze e consulenze in questo campo. Scrive per famose riviste in Polonia, dove ha vinto il prestigioso premio giornalistico Grand Press; vincitore a New York del premio giornalistico per Independent Press Association. Ideatore e creatore della "Scuola Appenninica della Filosofia Vivente".
  • Aree Archeologiche

    Monasteri Benedettini: Santa Scolastica e San Benedetto

    Monastero di S. Scolastica si presenta come un complesso di edifici costruiti in epoche e stili diversi: un ingresso, sul quale figura la scritta “Ora et Labora”, con strutture del XX secolo, introduce nel primo chiostro o “Chiostro Rinascimentale” del secolo XVI, dal quale si passa in un secondo chiostro o “Chiostro Gotico” del secolo XIV ed, infine, in un terzo, detto “Chiostro Cosmatesco”, del secolo XIII. Il Campanile è del XII secolo e la Chiesa attuale è della fine del 1700, l’ultima di ben cinque chiese stratificatesi lungo i secoli. Il monastero ebbe il periodo di maggiore splendore tra il secolo XI e il secolo XIII. Nel 1465 i due chierici tedeschi A. Pannartz e C. Sweynheym vi impiantarono la prima tipografia italiana, che arricchì la Biblioteca, già esistente, di incunaboli e di libri di grande valore. La Biblioteca è oggi situata sul lato nord del Chiostro Gotico, mentre il Refettorio si trova nel lato ovest del Chiostro Cosmatesco, un tempo sormontato dal Dormitorio. Info prenotazioni visite guidate Monastero Santa Scolastica 0774/82421 – Coordinatore Maurizio Vivera o.s.b. 334.2166558 Monastero di San Benedetto: “Soglia del Paradiso” lo definì il Petrarca, ed ancora oggi la vista di questo “Nido di rondini” suscita al visitatore intenze emozioni. San Benedetto scelse di trascorrere un periodo di meditazione e di preghiera. Qui gettò le basi per la sua regola e per l'organizzazione del suo ordine. Il santuario è costituito da due Chiese sovrapposte e da diverse cappelle collegate da pareti irregolari, volte, scale, che ben si mimetizzano con la roccia circostante. Nella Chiesa Superiore, gli affreschi di scuola Senese (secolo XIV), il pavimento ed il pulpito; nella Chiesa Inferiore, affreschi del Conxolus (XIII), la Grotta Santa (con la statua di S. Benedetto del Raggi, discepolo di Bernini), il celebre affresco di S. Francesco D’Assisi senza aureola (quindi realizzato quando il Santo era ancora in vita), la Cappella della Madonna con affreschi di scuola Senese, la grotta dei Pastori ove S.Benedetto teneva lezioni di dottrina Cristiana e presso la quale è visibile cio cge resta di una Madonna col Bambino( sec. VIII), la più antica pittura del Monastero. Info prenotazioni visite guidate Monastero Santa benedetto Tel. 0774.85039 Coordinatore Maurizio Vivera o.s.b. 334.2166558
  • Enti Promozione al Turismo

    A.P.T. Frosinone (Azienda Promozione Turistica)

    Via Aldo Moro, 465 – Frosinone 0775/83381 apt.frosinone.it
  • Enti Promozione al Turismo

    A.P.T. Provincia di Roma (Azienda Promozione Turistica)

    Via XX Settembre, 26 – Roma 06/421381 oltreroma.it
  • Associazioni

    Associazione Vivere l’Aniene

    Il Centro organizza le sue numerose attività: soft-rafting, canoa, hidrospeed, arrampicata sportiva, speleologia, trekking e visite guidate tra le bellezze naturali e artistiche della Valle dell’Aniene. Offre la possibilità di soggiornare presso la Foresteria interna al Centro.
    Via Salvo d’Acquisto, 3 - 00028 Subiaco (RM) 320/9681006 0774/829073 subiaco.canoa@tiscali.it viverelaniene.com
  • Strutture del Parco

    Centri Visita del Parco Regionale dei Monti Simbruini

    I centri visita, concepiti come punti informativi, sono dislocati nei sette comuni del Parco, oltre che a Monte Livata, nota località sciistica invernale: Camerata Nuova Via A. Manzoni snc 00020 Camerata Nuova (RM) Tel. 0774/924368 Filettino Viale IV Novembre, 1 03010 Filettino (FR) Tel. 0775/581788 Monte Livata Via della Bandita, 4 00028 Subiaco-Monte Livata (RM) Tel. 0774/826255 Trevi nel Lazio Via P. Enrico Germani 03010 Trevi nel Lazio (FR) Tel. 0774/527663 Vallepietra Piazza Italia snc 00020 Vallepietra (RM) Tel. 0774/899188 Jenne Via dei Prati 5, 00020 Jenne (RM) Tel. 0774/827221 Subiaco Corso Cesare Battisti 00028 Subiaco (RM) Tel. 0774/768036 Cervara di Roma Proloco Cervara di Roma
  • Associazioni

    Fattoria Educativa Parco degli Aceri

    La struttura è gestita dalla Onlus Bambini+Diritti. La fattoria ospita laboratori e percorsi tematici per bambini e adulti, scuole e famiglie. Viaggi alla riscoperta della natura, dell'alimentazione sana, delle tradizioni contadine, dei mestieri dei nostri nonni. Nella stupenda cornice naturale ed incontaminata del Parco Regionale dei Monti Simbruini, ad 800 metri di altitudine e a 6 chilometri da Subiaco (Rm), la Fattoria Educativa Parco degli Aceri offre la possibilità, agli studenti delle scuole materne, elementari e medie, di vivere la natura e il mondo rurale in modo diretto e consapevole, conoscendone e rispettandone i segreti, sia attraverso delle gite scolastiche giornaliere che attraverso le "Settimane verdi", campi estivi settimanali. Saranno a disposizione dei ragazzi laboratori e attività di apprendimento che hanno lo scopo di renderli direttamente partecipi alla vita della fattoria attraverso la trasformazione dei prodotti naturali, apprendendo tecniche agricole e conoscenze del mondo rurale, imparando a conoscere i cavalli o partecipando ad escursioni naturalistiche.
    Contrada Iegli snc - 00028 Subiaco (RM) 0774/822916 info@parcodegliaceri.it parcodegliaceri.it
  • Spazi Espositivi

    Museo Archeologico Luigi Ceselli

    Nel Museo sono presenti oggetti diversi riguardanti le scienze geologiche, archeologiche, paleontologiche, etnologiche e strumenti scientifico-didattici per la scuola. È dedicato a Luigi Ceselli, ex ufficiale del Genio pontificio, che raccolse ossa di animali preistorici e molti utensili preistorici. Ospita reperti dal VI secolo a.C. fino all’età tardo antica. Monastero S. Scolastica
    P.le Santa Scolastica – 00028 - Subiaco 0774/825063 0774/8242397 monastero@benedettinisubiaco.it
  • Spazi Espositivi

    Museo Arte per la Pace

    All’interno dell’esposizione museale sono presenti sculture, bassorilievi e dipinti realizzati da artisti contemporanei sul tema della pace.
    Via Aldo Moro snc - Cervara di Roma 0774/828715.
  • Spazi Espositivi

    Museo della Civiltà contadina dell’alta valle dell’Aniene

    La raccolta di materiale, presente nel museo, è frutto di lunghe e appassionate ricerche e documenta le vicende della civiltà contadina dell'Alta e Media Valle dell'Aniene, di cui vengono illustrati la storia dell'agricoltura e la storia dell'incastellamento, con particolare riferimento al castello di Roviano. Altri temi dell'esposizione sono la pastorizia, il lavoro in miniera, le diverse attività produttive di generi alimentari e di strumenti d'uso quotidiano.
    P.zza S. Giovanni, 1 - 00027 Roviano (RM) 0774/903143 0774/903008 rovianocomune@tiscali.it
  • Spazi Espositivi

    Museo delle piante di Trevi nel Lazio

    All’interno del centro visita è in corso di realizzazione il Museo delle Piante naturali ed officinali del Parco. La struttura sarà dotata di un’aula attrezzata per videoconferenza satellitare e di una serra con erbario di flora locale con bacheche delle specie più significative. All’esterno saranno coltivate alcune varietà di piante officinali destinate ad usi medicinali, cosmetici e gastronomici, nonché piante autoctone del territorio. L’area esterna si potrà visitare seguendo un itinerario che attraversa varie sezioni, permettendo di osservare le varie tipologie presenti: faggeta, bosco misto, cerreto-castagneto, querceto, lecceto, vegetazione ripariale, vegetazione rupestre e piante officinali.
  • Spazi Espositivi

    Museo delle Tradizioni Musicali della Valle dell’Aniene

    Dedicato ad alcuni aspetti della cultura popolare caratterizzanti la "storia musicale e culturale" di Arsoli, il percorso espositivo si articola nelle quattro sezioni: gli strumenti pastorali, gli strumenti artigiani, la musica e il canto nella religiosità popolare, la tradizione bandistica. Teche e apparati divulgativi, attrezzature di informazione multimediale, originali documenti e interessanti reperti, anche sonori, permettono di "leggere" la musica popolare di Arsoli. Il Museo cura attività scientifiche quali laboratori di ricerca, studio, formazione e sperimentazione, seminari e incontri musicali.
    Borgo San Bartolomeo, 63 - 00023 Arsoli (RM) 0774/920006 0774/920313 comunediarsoli@tiscali.it
  • vai a pagina successiva