Riserva Naturale Regionale

Lago di Canterno

Lago di Canterno

La natura del Parco

Il lago è di origini carsiche e si trova su un altopiano posto a circa 500 metri di quota, non lontano dalla nota località termale di Fiuggi. Le sponde sono per la maggior parte prive di vegetazione, anche se sono presenti piccoli lembi boschivi. Interessanti le opportunità di birdwatching.

Formatosi naturalmente in una depressione carsica, il lago di Canterno è circondato da modesti rilievi montuosi e le sue sponde sono caratterizzate da lievi pendii erbosi. In esso confluiscono le acque del Fosso del Diluvio e quelle del fiume Cosa provenienti dal Comune di Guarcino. Una rete di corsi d'acqua sotterranei lo collega attraverso inghiottitoi ad altri laghi. Il bacino è utilizzato dall'Enel per la produzione di energia elettrica.

Le formazioni boschive, costituite da querceti con prevalenza di cerro e boschi misti di latifoglie, coprono gran parte del gruppo del Monte Porciano-La Monna e si trovano soprattutto nel versante settentrionale e in quello orientale dei rilievi, dove sono presenti anche rimboscamenti a conifere. Le sponde del lago, invece, tranne trascurabili settori sono prive di copertura arborea; tra gli arbusti è presente il ginepro. Fasce di siepi separano tra loro campi e coltivi.

Tra le specie ittiche che vivono nelle acque del lago, insidiate dalla pratica della pesca localmente assai diffusa, si segnalano alborelle, scardole, carassi, carpe, anguille, persici reali e l'esotico amur. Quanto all'avifauna sono presenti aironi cenerini, garzette, rallidi come la gallinella d'acqua e la folaga, anatre. E' possibile osservare anche lo svasso maggiore, mentre nelle aree circostanti il lago arbusti e alberi sono frequentati da piccoli passeriformi ma non mancano specie di maggiori dimensioni quali lo sparviere e la poiana. Sulle sponde è possibile rinvenire le grandi valve di un tipico mollusco d'acqua dolce. Si tratta di un bivalve con conchiglia ovale, larga fino a 20 centimetri, importante nell'equilibrio ecologico del bacino per le sue caratteristiche di efficacissimo filtratore dell'acqua.