Parco Naturale Regionale

Valle del Treja

Grazie al Progetto Ossigeno si tutela la biodiversità nel Parco

Grazie al Progetto Ossigeno si tutela la biodiversità nel Parco

30 APR 2020

di Parco Naturale Regionale Valle del Treja

La fauna attraverso gli occhi nascosti delle fototrappole

 

A partire dal 2013 l'associazione Phoresta Onlus collabora con il Parco per tutelare i boschi di proprietà del Comune di Mazzano Romano e dell'Università agraria di Calcata all'interno dell'area protetta. Ai 60 ettari del primo Progetto Ossigeno, nel 2017, con il secondo Progetto, si sono aggiunti altri 35 ettari. I boschi non sono sottoposti a taglio per ottenere crediti di carbonio e mantenere intatti i servizi ecosistemici, cioè le importanti funzioni ambientali che assolvono, come l’assorbimento e fissazione di carbonio, la fornitura di habitat a supporto della biodiversità, la protezione dall’erosione e il valore paesaggistico.

Il Parco è il garante del progetto e sin dall’inizio monitora lo stato di salute dei boschi; grazie all’utilizzo di fototrappole posizionate in punti strategici, abbiamo riprova che il mantenimento degli habitat favorisce la biodiversità anche della fauna.

In questo breve video vi mostriamo la vita nascosta del Parco e alcuni dei suoi abitanti.