Monumento Naturale

Palude di Torre Flavia

Il perimetro dell'area protetta riportato su google maps è puramente indicativo e non ha valore probatorio o giuridico.
Per la perimetrazione aggiornata delle aree protette della Regione Lazio clicca qui

L'Area Protetta

Estesa nemmeno cinquanta ettari, la zona umida è un relitto delle paludi che in passato caratterizzavano questo tratto di litorale tirrenico. Alla periferia nord di Ladispoli, dalla spiaggia e alle spalle di uno stretto cordone dunale si estendono gli specchi d'acqua, circondati dal canneto e da prati che durante i mesi invernali sono spesso allagati. Grazie alla sua posizione, l'area protetta offre rifugio e alimentazione a numerose specie di uccelli in particolare durante le stagioni migratorie. Il monumento naturale è stato istituito con D.P.R.L. 24 … leggi tutto

Estesa nemmeno cinquanta ettari, la zona umida è un relitto delle paludi che in passato caratterizzavano questo tratto di litorale tirrenico. Alla periferia nord di Ladispoli, dalla spiaggia e alle spalle di uno stretto cordone dunale si estendono gli specchi d'acqua, circondati dal canneto e da prati che durante i mesi invernali sono spesso allagati. Grazie alla sua posizione, l'area protetta offre rifugio e alimentazione a numerose specie di uccelli in particolare durante le stagioni migratorie.

Il monumento naturale è stato istituito con D.P.R.L. 24 marzo 1997, n. 613 (B.U.R. 20 agosto 1997, n. 23).

Palude di Torre Flavia Logo del Parco

Contatti

06/67663321 c/o Ufficio Conservazione Natura, via Tiburtina 691, 00159 Roma cittametropolitanaroma.gov.it
Palude di Torre Flavia Roma 48 ettari Monumento Naturale

Foto e Video

  • Piovanello pancianera
  • Palude di Torre Flavia
  • Torre Flavia
  • Canneto nella palude