Parchilazio
Parchilazio - Portale delle aree protette del Lazio
Laghi Lungo e Ripasottile
Riserva Naturale Regionale

Laghi Lungo e Ripasottile

Progetto CSMON-Life alla Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile

Progetto CSMON-Life alla Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile

21 OTT 2016

di R. N. R. Laghi Lungo e Ripasottile

CSMON-Life è il primo progetto italiano di citizen science sulla biodiversità, finanziato in Italia dalla Commissione Europea nell’ambito del programma LIFE+, al quale ha aderito la Riserva Naturale.

L’iniziativa prevede la partecipazione del grande pubblico e si propone di coinvolgere i cittadini nello studio, nella gestione e nella conservazione della biodiversità, creando un’attiva collaborazione tra i cittadini, la comunità scientifica e le istituzioni.

A conclusione del primo ciclo formativo del il progetto CSMON-Life che ha coinvolto i ragazzi delle classi prime e seconde dell'Istituto di Istruzione Superiore Luigi Savoia di Rieti, il 24 ottobre e il 7 novembre alle ore 9:00, presso il centro visite della Riserva Naturale nel Lago di Ripasottile, si terranno due visite guidate con la prova pratica di verificare finale.

Ai studenti dell'Istituto di Istruzione Superiore Luigi Savoia, nei giorni scorsi, grazie all'attività dei tecnici specialisti della locale Stazione Ornitologica, è stata offorta l'opportunità di verificare e apprendere i contenuti legati alla biodiversità e sperimentare l'utilizzo delle “App” (disponibile per Smartphone) che rende partecipi i cittadini al progetto.

Un aiuto prezioso per la ricerca scientifica, che grazie a questi dati può migliorare il livello di conoscenza del nostro pianeta e fornire importanti indicazioni ai soggetti che devono garantirne la tutela.

Con soddisfazione il Commissario Guido Zappavigna segue le fasi del progetto che proseguirà anche nella primavera quando parteciperanno le classi quarte e quinte.

Aggiungendo che tale attività costituisce un modo intelligente di avvicinare i giovani, alla scienza, aiutandone la comprensione e soprattutto facilitando le modifiche dei nostri comportamenti che, proprio grazie all’esperienza diretta, sono più facilmente orientati alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente.

Lascia un commento