Uomo e Territorio

Complesso storico-archeologico di Malborghetto
Nella foto: Complesso storico-archeologico di Malborghetto

Complesso storico-archeologico di Malborghetto

Il casale di Malborghetto è ricavato in un arco quadrifronte romano eretto agli inizi del IV sec. d.C. all'incrocio tra la via Flaminia ed un percorso di collegamento tra Veio e la valle del Tevere, per commemorare la vittoria di Costantino su Massenzio nel 312 d.C.; il monumento sarebbe sorto sul luogo dell'accampamento di Costantino, dove l'imperatore avrebbe avuto la miracolosa visione della croce che determinò la sua vittoria ed il trionfo del Cristianesimo. Nel Medioevo l'arco fu trasformato prima in chiesa e quindi in casale fortificato circondato da un Borgo denominato Burgus S. Nicolai de Arcu Virginia , ed in seguito detto Borghetto, Borghettaccio o Malborghetto. Di proprietà dal 1278 del Capitolo di S. Pietro, il borgo fu incendiato nel 1485 quando vi si svolse lo scontro tra i Colonna e gli abitanti di Sacrofano, capeggiati dagli Orsini. Nel 1744 il casale ospitò una Stazione di Posta per il servizio da Prima Porta a Castelnuovo, ma ebbe breve durata e presto la struttura fu adattata a semplice abitazione rurale.

Il casale oggi è sede di un museo archeologico.