Uomo e Territorio

Antica stazione di posta di Baccano
Nella foto: Antica stazione di posta di Baccano

Antica stazione di posta di Baccano

La valle di Baccano, un antico cratere prodotto dall'attività del vulcano Sabatino, che sino al XIX secolo era occupato da un bacino lacustre, in età romana assunse un'importanza notevole in relazione alla sua posizione e al passaggio della via Cassia. Qui è stato scoperto un bel tratto lastricato dell'antica via consolare ed i resti della mansio ad Vacanas/Baccanas , una stazione di posta citata da alcuni antichi itinerari che la collocavano al XXI miglio della via Cassia, ad un giorno di viaggio da Roma.

Il complesso della mansio , che fu in uso dall'inizio del I al V sec. d.C., è costituito da strutture interpretate come esercizi commerciali (tabernae ) e da un ampio complesso termale. Nel corso del V sec. d.C. la stazione di posta fu abbandonata e spogliata sistematicamente per la realizzazione di un nuovo centro abitato, il Burgus Baccanus , sorto attorno alla Basilica di S. Alessandro costruita nel IV sec. d.C., probabilmente sul luogo del martirio del vescovo di Baccano, Alessandro, ma l'edificio non è mai stato ritrovato. Nel medioevo la stazione di Baccano fu ancora citata negli itinerari dei pellegrini che percorrevano la via Francigena per raggiungere la Basilica di S. Pietro a Roma ed ottenere l'indulgenza plenaria.