Uomo e Territorio

Tomba Campana
Nella foto: Tomba Campana

Tomba Campana

La tomba, databile al VI sec. a.C., deve il suo nome al marchese Giovanni Pietro Campana che ne fu lo scopritore (1842-1843). Noto collezionista il marchese fu anche l'autore di un falso storico: per dare prestigio alla tomba che rinvenne già violata e priva di corredo, vi posizionò reperti preziosi provenienti da uno scavo condotto in altri luoghi (Orte). La tomba, a cui si accede da un largo corridoio, era caratterizzata da due camere funerarie ricche di pitture, oggi quasi completamente scomparse. Nella prima, due figure di giovani a cavallo affiancati da animali e riquadri con motivi animali e vegetali; la seconda con sei grandi scudi.