Liberate tre tartarughe marine a Ventotene

Liberate tre tartarughe marine a Ventotene

9 OTT 2018

di Direzione Capitale Naturale, Parchi e Aree Protette

Rilascio in natura di tre esemplari di tartaruga marina - Caretta caretta

Nella mattinata di ieri (8 ottobre) dalla spiaggia di Cala Nave, sull'isola di Venotene, tre esemplari di tartaruga marina della specie Caretta caretta sono tornate al loro ambiente naturale... il mare!

Grazie alla rete regionale “Tartalazio” gli esemplari, recuperati nelle acque delle coste laziali, sono stati trasportati presso il Centro Ricerche Tartarughe Marine della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Portici dove sono stati curati e riabilitati.

La scelta di rimettere in libertà queste tre giovani tartarughe dall'isola di Ventotene è stata dettata sia da fattori ambientali, infatti Ventotene è il punto più meridionale della Regione Lazio che consente una liberazione da terra come se si fosse in mare aperto, sia come gratificazione per la popolazione ventotenese che tanto calorosamente aveva atteso, purtroppo invano, la schiusa di un nido di tartaruga marina straordinariamente deposto sull'isola nel corso dell'estate.

Alla liberazione hanno partecipato numerosi residenti e tutti i bimbi della scuola dell'infanzia coinvolti dalla Area Marina Protetta “Isole di Ventotene e Santo Stefano” che ha collaborato all'organizzazione dell'evento.

Lo spirito di questa liberazione è, come sempre, di risvegliare nelle giovani generazioni la loro sensibilità non solo per la salvaguardia delle tartarughe, ma per tutto l'ambiente marino, richiamando l'attenzione sull'impatto negativo che le attività umane possono avere sul mare e sugli animali che lo abitano.


Foto di F. Verde e T. Psaros

Lascia un commento