Parco Naturale Regionale

Monti Aurunci

Servizi per il turista

Natura in Campo

Trovate 19 strutture

  • Associazioni

    Guide Escursionistiche e Guide MTB accreditate

    Per l’organizzazione delle escursioni è possibile anche contattare le seguenti guide escursionistiche accreditate presso il Parco:

    GUIDE ESCURSIONISTICHE

    Valeria De Meo
    Tel: 3286798798
    Email: valeria.demeo@yahoo.it


    Giancarlo Pagliaroli
    Tel: 3293652954 / 34053622876
    Email: g.pagliaroli82@hotmail.it


    Daniele Ruggieri
    Tel: 3207045652
    Email: danieleruggieri81@gmail.com


    GUIDE MOUNTAIN BIKE

    Giuliano Aramini
    Tel: 3920515064
    Email: aramini-g@libero.it


    Felice Paparello
    Tel: 3296269119
    Email: felice.paparello@libero.it
  • Strutture del Parco

    Vivaio del Parco

    È nato per conservare e tutelare il patrimonio vegetazionale nonché le più interessanti tra le 1900 specie che compongono la flora dei Monti Aurunci. La sua creazione è stata strategica per la realizzazione di opere di recupero con tecniche di ingegneria naturalistica a basso impatto ambientale nonché per il recupero di aree degradate e dissestate. Ubicato nei locali di una ex scuola agraria recuperata ed adattata alle nuove esigenze, è meta di numerose scolaresche nonché di giovani universitari e stagisti che sono interessati alle numerose attività che vi si realizzano. La struttura, dotata di un impianto fotovoltaico, garantisce l’autosufficienza energetica della stessa oltre a contribuire alla riduzione della co2 immessa nell’atmosfera. Divenuto punto di riferimento per molti parchi della Regione Lazio e delle Regioni limitrofe, il vivaio rifornisce aziende locali ed altri Enti pubblici o privati con professionalità e competenza, consigliando e contribuendo alle scelte migliori.

    Elenchi Specie Arbustive ed Arboree disponibili
    Via Civita Farnese - 04020 - Itri (LT) 0771727241 vivaio@parcoaurunci.it parchilazio.it
  • Strutture del Parco

    La Falegnameria e Laboratorio

    La falegnameria del Parco è nata con lo scopo di utilizzare la massa legnosa proveniente dai lavori di manutenzione dei boschi che l’Ente Parco effettua.

    Diversi tipi di legno ottenuti dalla gestione naturalistica dei boschi vengono sapientemente trasformati in vassoi, fioriere, portavasi, ecc.

    Per le applicazioni esterne, pubbliche e private, si realizzano panche e tavoli per spazi verdi ed aree pic-nic ma anche segnaletiche, tabelloni ed elementi di arredo necessari per eventi e manifestazioni.

    Il Laboratorio del Parco

    Il laboratorio nasce dalla necessità di recuperare uno dei mestieri più antichi del territorio che rischiava di essere perduto, ma anche dalla necessità di far conoscere l’arte dell’intreccio dello strame.

    Di forma filamentosa, l’ampelodesma comunemente chiamata stramma o strame è una pianta erbacea tipica della macchia mediterranea che trova nella nostra zona un ampia diffusione.

    Intrecciata da sola o associata ai giunchi di vimini o ai polloni teneri delle piante d’olivo, da vita a borse, cappelli, ceste, sedie ma anche a originali composizioni ornamentali come centri tavola.

    Valle Troglia 1ª traversa sinistra (ex Istituto Agrario) - 04020 - Itri (LT) 0771727241 vivaio@parcoaurunci.it
  • Strutture del Parco

    Museo del Carsismo

    Il percorso museale del Carsismo si trova nel centro storico di Esperia all’interno del complesso museale di Palazzo Spinelli, un antico palazzo risalente alla seconda metà del 400. Realizzato dal gruppo speleologico romano il percorso museale è stato concepito come un viaggio nel sottosuolo e nella storia della formazione delle rocce, dei fenomeni che le modellano e del rapporto che l’uomo ha avuto nei secoli con le grotte carsiche. Sono molte le curiosità che qui si possono osservare, dalla flora alla fauna di grotta, dalle spettacolari formazioni geologiche sparse nel mondo a ricostruzioni di antichi ritrovamenti paleontologici. Di recente un enorme calco sulle impronte di dinosauro rinvenute in località S. Martino ad Esperia completa questo viaggio nel tempo e nella storia geologica dei Monti Aurunci. Il museo è adatto ad un pubblico adulto ed a ragazzi al di sopra degli 8 anni. VISITE Museo del Carsismo di Palazzo Spinelli Indirizzo: Via Castello snc – 03045 Esperia (FR) Ingresso: gratuito Apertura: – lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 8.00 alle ore 14.00 – martedì e giovedì ore 8.00-14.00 e ore 15.00-17.00 L’accesso ai disabili non è possibile a causa della presenza di barriere architettoniche. Per prenotare la visita guidata contattare l’Ente Parco.
    Via Castello snc - 03045 - Esperia (FR) +39 0771598114 / 130 info@parcoaurunci.it
  • Strutture del Parco

    Museo Naturalistico

    ll Museo Naturalistico è una struttura di grande interesse ambientale realizzata dall’Ente Parco circa quattro anni fa nel Comune di Spigno Saturnia. Aperto durante la settimana, e in occasione di eventi anche durante il fine settimana, è un museo multimediale ed interattivo che raccoglie in se i molteplici aspetti che contraddistinguono l’Area Protetta. Al suo interno proiezioni video illustrano diverse tematiche, mentre moderni sistemi di interattività conducono il visitatore alla scoperta del territorio e della biodiversità del Parco Naturale dei Monti Aurunci. Esso rappresenta un ulteriore passo verso la promozione e valorizzazione del territorio, ed è una concreta risposta alle numerose richieste da parte delle scolaresche e dei turisti che vogliono conoscere gli aspetti naturali che costituiscono la seconda area protetta del Lazio. Dalla formazione carsica delle montagne agli animali selvatici che in esse si nascondono, dalle tradizioni delle genti locali alle numerose specie di alberi e piante, il museo si presenta come un vero incubatore di informazioni per chiunque voglia conoscere e approfondire la storia geologica, l’universo naturalistico e l’ecosistema dei Monti Aurunci. VISITE Museo Naturalistico del Parco dei Monti Aurunci Indirizzo: Via Roma, snc – 04020 Spigno Saturnia Superiore (LT) Ingresso: gratuito Apertura: – giovedì ore 8.00-14.00 e ore 15.00-17.00 – venerdì dalle ore 8.00 alle ore 14.00 Per prenotare la visita guidata contattare l’Ente Parco.
    Via Roma, snc - 04020 - Spigno Saturnia (LT) +39 0771598114 / 130 info@parcoaurunci.it
  • Strutture del Parco

    Bike Park

    Il Parco dei Monti Aurunci è il paradiso per tutti quelli che amano fare escursioni sulle due ruote. In questo territorio chiunque abbia la passione per la MTB potrà sfidare le proprie abilità di biker, scegliendo tra i tanti percorsi in base alle difficoltà e alla propria preparazione atletica. Per questo è stato realizzato un “Bike Park dei Monti Aurunci”, tra la Piana di Sant’Onofrio a Campodimele e la piana di Valle Vona a Pico, un intervento concretizzato grazie alla sinergia tra il Parco e l’ASD MTB di Pico. Un circuito di 22 km di percorsi a diverse difficoltà, allestito con frecce e cartellonistica di fruizione adatto a tutti, bambini, ragazzi e adulti. 14 percorsi, 11 single-track rappresentando il punto di partenza di un progetto che punta ad integrare la tutela dell’ambiente e del paesaggio con la fruizione sostenibile. L’accesso al Bike Park è da Campodimele prendendo la strada che conduce al Convento di Sant’Onofrio e alla piana omonima, dove si può lasciare l’auto e seguire le indicazioni della segnaletica presente. Da Pico invece si può prendere la strada per la località Greci dal centro del paese e salire sulla strada provinciale, oppure dalla Strada SR 82 si può prendere la strada di via Farneti S. Giorgio. Lungo il percorso una segnaletica specifica per il Bike Park conduce ai percorsi e all’area pic nic di Fossa Rotonda. Lungo il circuito si attraversano boschi misti di cerri, carpini e noccioleti; terrazzamenti abbandonati dove un tempo si praticava un’agricoltura con metodi tradizionali e la particolare presenza di ruderi di antichi ricoveri; radure da cui la visuale si apre e si può ammirare uno splendido panorama che, verso nord si affaccia sulla Valle del Liri, l’Appennino e i Monti delle Mainarde, e verso sud la Piana di Fondi ed il mare.
  • Strutture del Parco

    Rifugi e Aree Picnic

    L’accoglienza è uno degli aspetti caratteristici del territorio degli Aurunci. I visitatori potranno trovare rifugi e aree attrezzate per il ristoro a basso impatto ambientale. Il Rifugio di Tozze nel Comune di Itri La struttura è collocata nell’omonima località ed ospita fino a 10 posti letto. La struttura è allestita con letti a castello, impianto fotovoltaico da 1Kw, termocamino e solare termico. La cucina è dotata di piano cottura a gas, frigorifero. Rifugio Faggeto nel comune di Campodimele, centro di conflunza tra i vari percorsi escursionistici. Situato a 1136 nel monte Faggeto. Rifugio La Valle, Spigno Saturnia (LT) Si trova alle pendici di Monte Petrella in un’area dall’elevato valore naturalistico (Temporaneamente chiuso) Ostello L’interno dell’Ostello di Palazzo Spinelli a Esperia Antico e nobile palazzo situato nel centro storico di Esperia, luogo ideale per chi voglia trascorrere un periodo in assolutà libertà, alla scoperta del territorio dei Monti Aurunci e dei paesi limitrofi. La struttura è dotata dei confort necessari ad un soggiorno prolungato, per coppie, singoli o gruppi. Rifugi presenti nel territorio del Parco gestiti da terzi: Rifugio Acquaviva - Formia Rifugio Rifugio di Pornito - Formia Rifugio di Monte Appiolo - Lenola Aree Picnic Area picnic nei Monti Aurunci Sono spazi appositamente organizzati con barbecue e tavoli per consentire a chiunque ed in modo gratuito, di trascorrere una giornata all’aperto all’interno del Parco. Ricordiamo che al termine del picnic è buona norma portare i rifiuti (differenziati) con te, in quanto la fauna presente nel Parco attirata dagli odori, provvederebbe a spargerla ovunque alla ricerca di qualcosa da mangiare. Grazie per la collaborazione.
  • Strutture del Parco

    Sentiero didattico Foresta di Sant'Arcangelo e Orto botanico

    Questo percorso didattico a tappe segnalate è stato realizzato per aiutare i più giovani a conoscere e apprezzare i molti degli aspetti caratteristici del Parco dei Monti Aurunci. Stando ben attenti potrete scoprire i segreti piccoli e grandi della natura di questi luoghi e con attenzione potrete accorgervi di non essere soli: anche gli animali che popolano questo ambiente saranno interessati dalla presenza umana sin dal momento in cui siete arrivati. Se sarete rispettosi delle loro abitudini, loro vi permetteranno di osservarli. Lungo il percorso troverete degli strumenti per imparare in modo pratico ed efficace le caratteristiche delle piante e degli animali del nostro Parco. Utilizzarli con rispetto e riporli al loro posto sarà di utilità a qualcun altro che, come te, rispetta gli altri e la natura! Scarica la brochure: Sentiero didattico Foresta di Sant’Arcangelo (PDF) Breve storia dell’Orto Botanico L’Orto Botanico, dedicato a Francesco Notarianni, illustre medico e botanico nato a Lenola nel 1759, è la prima tappa di un breve ma piacevole percorso che ti porterà alla scoperta del fascino della natura attraverso semplici organismi o aspetti di questo particolare territorio. La foresta demaniale di Sant’Arcangelo offre, infatti, l’occasione di osservare piante, animali, rocce e paesaggi tipici del Parco attraverso una piacevole passeggiata, adatta a persone di qualsiasi età, con la possibilità di fermarsi per una allegra merenda nell’area pic-nic. All’interno dell’Orto botanico potrai osservare e conoscere la maggior parte delle essenze arboree e arbustive del nostro territorio, da quelle tipiche della macchia mediterranea a quelle che caratterizzano i boschi di latifoglie. L’orto botanico, realizzato negli anni ’90, è stato recentemente sistemato dalla XVI Comunità montana e dal Parco Regionale dei Monti Aurunci. Le nuove piante messe in posto sono state ottenute, dal Vivaio del Parco, attraverso la raccolta e il trattamento di semi di piante locali, quindi meglio adattate al nostro clima e al tipo di suolo presente, in modo da rispettare le caratteristiche morfologiche della flora di questo territorio, preservarne la ricchezza genetica e tutelare la sua peculiarità. COME ARRIVARE ALL’ORTO BOTANICO: Da località Taverna di Campodimele (LT): nei pressi della stazione di servizio è presente un bivio che conduce in località “le Crocette”, di qui prendere la strada che scendendo conduce a Fondi; all’interno della prima curva a gomito, è presente una sbarra che impedisce l’accesso ai veicoli, qui parcheggiare l’auto e proseguire a piedi (circa 3 km) fino all’Area Picnic dove inizia e termina l’anello del percorso didattico. Da Fondi (LT): strada provinciale “Le querce” che da Fondi (LT) conduce a Campodimele (LT), prima di arrivare in località “le Crocette” all’interno dell’ultima curva a gomito, è presente una sbarra che impedisce l’accesso ai veicoli, qui parcheggiare l’auto e proseguire a piedi (circa 3 km) fino all’Area Picnic dove inizia e termina l’anello del percorso didattico.
  • Strutture del Parco

    Sentiero Natura per tutti e Giardino delle Farfalle

    Il Sentiero Natura per tutti Quante volte un profumo improvviso nell’aria ci rivela la presenza di una pianta aromatica o di un animale selvatico. Non è forse il canto degli uccelli a svelare la loro presenza discreta e a permetterci di riconoscere la specie? E quante volte ancora, toccare la superficie liscia di una foglia di alaterno o seghettata di un corbezzolo fornisce informazioni indispensabili per riconoscere le piante. E tutto ciò grazie all’olfatto, all’udito, al tatto, cioè a tre dei cinque sensi che comunemente usiamo, spesso sottovalutandoli, e da cui, invece, un non vedente trae una quantità enorme d’informazioni in grado di metterlo in rapporto continuo con l’ambiente circostante. Un Parco è un mondo di suoni, di odori e di cose da toccare e si presta meglio di ogni altro ambiente ad essere letteralmente “scoperto” da un diversamente abile. Ma è evidente, però, che non a tutti è consentito accedere in un Parco. Nel Parco dei Monti aurunci, a questa limitazione, che può sembrare insuperabile, è stata trovata una brillante soluzione mediante la realizzazione di un sentiero natura per tutti. Il Sentiero Natura è un percorso circolare, lungo circa 400 metri che si snoda accanto al Vivaio del Parco; è stato allestito in modo tale da permettere la fruizione di tutti i visitatori compresi i disabili e le persone prive di vista, grazie alla presenza di una guida che consiste in un corrimano in legno in corrispondenza con i tasselli in corrispondenza dei cartelli in Braille che invitano il visitatore a riconoscere la foglia di lentisco da quella della fillirea o a capire se l’impronta per terra è stata lasciata dalla volpe o dal tasso. Lungo il sentiero è stata individuata una sequenza di stazioni, in corrispondenza dei quali pannelli e strutture didattiche tattili forniscono spiegazioni sul mondo naturale circostante e invitano tutti a toccare, annusare e ascoltare per entrare in contatto e conoscere da vicino il mondo della natura. Il Giardino delle Farfalle Una farfalla nel Parco dei Monti Aurunci Il Parco Naturale dei Monti Aurunci conserva ambienti naturali ancora intatti e ospita una fauna entomologica ricca, varia, con molte specie di farfalle rare e localizzate. Per proteggere questo prezioso patrimonio il Parco ha partecipato alla campagna di protezione dei Lepidotteri realizzando un Giardino delle Farfalle a Itri, un’iniziativa di notevole valore estetico e didattico. Il Giardino delle Farfalle mira a far conoscere e sensibilizzare l’opinione pubblica, soprattutto il mondo scolastico, al problema della conservazione e della protezione delle farfalle. Gli ospiti del Giardino, dalla primavera all’autunno, potranno così ammirare le farfalle completamente libere e intente a nutrirsi sui fiori e nello stesso tempo, attraverso appositi disegni apprendere il nome, la biologia, la metamorfosi, la funzione e i rapporti ecologici delle diverse specie nei vari biotipi. Un approccio al mondo delle farfalle che si rinnova di stagione in stagione.
  • Enti Promozione al Turismo

    A.P.T. Frosinone (Azienda Promozione Turistica)

    Via Aldo Moro, 465 – Frosinone 0775/83381 apt.frosinone.it
  • Enti Promozione al Turismo

    A.P.T. Latina (Azienda Promozione Turistica)

    Via Duca del Mare, 19 04100 Latina 0773/695404 aptlatinaturismo.it
  • Associazioni

    Associazione Vivere l’Aniene

    Il Centro organizza le sue numerose attività: soft-rafting, canoa, hidrospeed, arrampicata sportiva, speleologia, trekking e visite guidate tra le bellezze naturali e artistiche della Valle dell’Aniene. Offre la possibilità di soggiornare presso la Foresteria interna al Centro.
    Via Salvo d’Acquisto, 3 - 00028 Subiaco (RM) 320/9681006 0774/829073 subiaco.canoa@tiscali.it viverelaniene.com
  • vai a pagina successiva