Monumento Naturale

Madonna della Neve

Da Rocca Priora alla Doganella - Sentiero 504

Da Rocca Priora alla Doganella - Sentiero 504

L'itinerario in pillole
Facile 105 m
3h e 50m 6,0 km

A circa metà percorrenza della strada che da Rocca Priora scende verso la statale Tuscolana, costeggiando il campo sportivo comunale, si svolta a sinistra in via della Montagna Spaccata, che si percorre per circa 100 metri per poi voltare a destra, sempre su strada asfaltata, in direzione Monte Ceraso. Lasciata la strada asfaltata ci si inoltra, sulla sinistra, all'interno del bosco su di un ampio e comodo sentiero. Si giunge ora ad un bivio, nei pressi di Colle Trinciotto, dove il sentiero 504 si unisce alsentiero 505 proveniente dal cimitero nuovo di Rocca Priora. Si volta a destra e si percorre un'ampia sterrata carrabile. Superata una prima deviazione che conduce a Monte Ceraso, si prosegue per circa 300 metri e si volta a destra. Si incontra dapprima Fonte Ceraso (690 mt s.l.m.) e successivamente la strada asfaltata che conduce a Monte Ceraso. La si percorre sulla sinistra per 200 metri e si raggiunge il belvedere da cui sono visibile, da sinistra, i Monti Lepini, l'apparato dell'Artemisio, il recinto interno con il Maschio delle Faete, Colle Jano e Monte Cavo, in basso Monte Fiore e Colle Sbrincolo e sulla destra, nelle giornate limpide, il Mar Tirreno. Si torna ora sui propri passi per circa 100 metri e si volta a destra. Si prosegue all'interno diboschi di castagno e, superati numerosi bivi di piste forestali, si giunge in località Carpinello - Fonte Piscaro. Questo tratto di sentiero presenta alcune zone in cui è necessario mostrare particolare attenzione a causa del fondo sdrucciolevole. Qui termina il tratto in comune con il sentiero 505. Si volta ora a destra e dopo 100 metri a sinistra. Qui termina il sentiero; di fronte si trovano i Pantani della Doganella. In questa zona, soggetta ad allagamento periodico, sono presenti numerose specie di anfibi, tra cui: tritone crestato, rana dalmatina e salamandrina dagli occhiali.

Dai un voto all'itinerario