Sentiero n. 3 – Monte Giove (Terracina)

Sentiero n. 3 – Monte Giove (Terracina)

L'itinerario in pillole
Medio - Facile 206 m
2h e 30m 4,9 km

Accesso

Dalla Piazza Municipio nel nucleo storico di Terracina si prende Via annunziata, ma subito la si abbandona svoltando a destra, in prossimità dell’Arco Onorario risalente al 1° secolo a. C., prendendo Via Galba Sergio e si risale la stradina che costeggia le rovine del teatro romano. Uscendo dalla posterula su Via Anxur si svolta a destra in direzione di Monte Sant’Angelo.

Itinerario

Il percorso, una volta uscito dal centro storico della città si sviluppa in parte sulla Strada Panoramica fino alla curva fuori dell’abitato in località “La Fossata” (a quota 92 m. sul livello del mare). Sull’area è presente un boschetto di pino d’Aleppo. L’ingresso carrabile è chiuso da un cancello verde; però, sulla sinistra, un passaggio pedonale è sempre aperto. Il facile sentiero, che porta da questo punto al tempio di Giove, è lungo 1.300 metri e supera un dislivello di 135 metri. Esso traccia sul fianco del monte una grande zeta rovesciata. All’inizio va in direzione sud-est, fino a quando raggiunge l’orlo del dirupo in prossimità della Grotta Sabina, piega quindi in direzione nord, dando la sensazione di allontanarsi dalla meta, quindi arriva quasi a toccare la cinta muraria all’altezza della 6a torre (contando dall’alto), infine, piega di nuovo a sud-est, in direzione dello spigolo di sud ovest del Tempio. Qui una scalinata ci conduce sulla terrazza inferiore. Una volta visitato il sito archeologico del tempio per il ritorno si può percorrere la Strada Panoramica.

Caratteristiche

Partenza: Terracina, Piazza Municipio

Arrivo: Monte Sant’Angelo

Lunghezza del sentiero: km 4,900

Quota di partenza: mslm 22

Quota di arrivo: mslm 228

Dislivello complessivo: m 206

Tempo andata: ore 1,5

Tempo ritorno: ore 1

Periodo consigliato: tutto l’anno

Segnaletica:

Punti di Appoggio:

Telefoni utili: 0771513644

Carte: IGM

Comuni: Terracina

Questo itinerario ha caratteristiche di panoramicità con vista che spazia direttamente sul mare, sul promontorio del Circeo, e sull’intorno in genere, essendo il sito archeologico un’eccezionale terrazza panoramica. Ma non da meno sono gli aspetti storici ed archeologici che si mostrano lungo tutto il percorso; Emergenze legate ad una storia di gran lunga superiore a duemila anni. Dalla Via Appia al Teatro romano all’interno del centro storico, al cammino di ronda che porta verso il tempio dedicato al dio fanciullo.

Dai un voto all'itinerario