Parchilazio
Parchilazio - Portale delle aree protette del Lazio
Comune di Minturno

Comune di Minturno (LT)

Cittadina del Lazio meridionale, Minturno conta poco meno di 20.000 abitanti. Il centro abitato è formato da due nuclei principali: quello collinare di Minturno (da cui prende il nome l'intero comune) e quello costiero di Scauri e Marina di Minturno attraversato dalla Via Appia.

Il territorio comunale si estende dal promontorio di Monte d'Oro fino al fiume Garigliano, confine naturale tra Lazio e Campania. L'economia cittadina è basata sul commercio, sulla piccola industria e sul turismo, oltre che sulla piccola pesca e sull'agricoltura.

Le numerose testimonianze di epoca romana, sparse su tutto il territorio comunale, indicano chiaramente come la città abbia origini antichissime. I resti di residenze romane, lungo la costa testimoniano il fatto che il patriziato romano avesse scelto questi luoghi per villeggiare.

Numerose sono le attrattive storiche di Minturno, tra cui ricordiamo il "Castello Baronale" dove soggiornarono, tra gli altri, San Tommaso d'Aquino, Isabella Colonna e Giulia Gonzaga.

Le rovine della città romana di Minturnae sono racchiuse in un comprensorio archeologico all'interno del quale spicca il maestoso Teatro Romano, costruito verso il I sec. d.C. All'interno dell'area sono visibili anche un tratto originale della via Appia, i resti del Foro Repubblicano, del Capitolium, del Foro Imperiale, del Macellum (mercato), delle Tabernae e del complesso termale. Negli spazi sottostanti è situato il Museo che accoglie statue acefale, sculture, ex voto, epigrafi, monete. Da non dimenticare le chiese di San Pietro (XI-XII secolo), San Francesco e dell'Annunziata (XIV secolo), il "Ponte pensile" sul Garigliano, con tiraggi a catene di ferro (il primo realizzato in Italia), le Mura Megalitiche" (V-IV secolo a.C.) e i resti della villa del console romano Marco Emilio Scauro. Il paesaggio, presenta un'alternanza di tratti rurali nella parte collinare della città e tratti tipicamente marinari nel tratto costiero (Scauri e Marina), frequentata stazione balneare nei mesi estivi.