Parco Naturale Regionale

Castelli Romani

Periplo del lago Albano - Sentiero 510

Periplo del lago Albano - Sentiero 510

L'itinerario in pillole
Facile 55 m
2h e 30m 9,5 km

Ilsentiero può avere inizio inuno dei numerosi parcheggi che sono dislocati lungo le sponde del lago. Provenendo dall'abitato di Castel Gandolfo, si scende lungo la strada che conduce al lago; qui, nei pressi della dismessa stazione della funivia, si trova il Ninfeo Dorico. Si procede sulla destra, percorrendo il periplo in senso antiorario e, superate le tribune per gli spettatori delle gare di canottaggio che qui si svolsero nelle olimpiadi del 1960, nei pressi degli impianti del CONI, si strova il Ninfeo Bergantino. Da qui in breve si raggiunge l'Area di Sosta attrezzata dell'Emissario. L'Emissario del lago Albano è una straordinaria opera di ingegneria idraulica, risalente al IV sec. a.C. Percorsi circa 500 metri dal'Emissario, la strada si interrompe al traffico veicolare e si inoltra nel bosco. Il sentiero, largo e di facile percorribilità, si sviluppa all'interno di un bosco misto e di castagno. È possibile osservare qui, il fenomeno della cosiddetta inversione termica (scivolamento di masse di aria fredda lungo le pendici del bacino lacustre), che consente la presenza di essenze arboree a quote altimetriche non corrispondenti all'habitat naturale (es. leccio più in quota del castagno). Superato l'incrocio con il raccordo 510a che conduce in località Cappuccini ad Albano Laziale, si prosegue lungo l'ombreggiato sentiero fino all'uscita dal bosco. Percorso un breve tratto su strada asflatata, si prosegue lungo la battigia fino a raggiungere i resti del Porto Romano e terminare il percorso.

Dai un voto all'itinerario