Uomo e Territorio

Villa di Orazio
Nella foto: Villa di Orazio

Villa di Orazio

Tra il 33 ed il 32 a.C., questa sontuosa villa venne donata a Quinto Orazio Flacco, famoso poeta latino, da Mecenate.

L'insieme degli edifici costituiva un grande complesso multifunzionale. Una parte era dedicata alla residenza vera e propria, con annesso giardino; vi erano poi un settore termale e uno riservato alle attività agricole del fondo circostante.

Flacco, nel periodo che visse in questa villa ne descrisse le bellezze degli ambienti circostanti nelle opere, ed in particolare: Epodi, Satire e Odi.

"Ecco quel che volevo: un pezzo di terra non tanto grande, dove ci fosse un orto e una fonte di acqua perenne vicina alla casa e un po' di bosco oltre a questo. Più e meglio hanno fatto gli dei". (Orazio – Satire).