Monumento Naturale

Gole del Farfa

Natura in Monumento Naturale Gole del Farfa

La natura del Parco

Compreso entro i confini comunali di Mompeo, piccolo paese della Sabina, il Monumento Naturale protegge un territorio ancora abbastanza integro. Non a caso, l'area è inserita tra i siti d'importanza comunitaria (Sic) e le zone di protezione speciale (Zps) dall'Unione Europea.

I versanti dell'area sono caratterizzati da boschi misti a dominanza di cerro e carpino, accompagnati da leccio nei settori sommitali più assolati. In prossimità del Farfa sono presenti essenze ripariali che formano una "foresta a galleria": sono salici e pioppi, cui si aggiungono ontani e carpini bianchi.

Il buono stato di conservazione dell'area è testimoniato dalla presenza di numerose specie animali, nonostante la ridotta estensione del monumento naturale. Le rupi della forra sono l'habitat d'elezione per uccelli come il falco pellegrino e il gufo reale, ma anche la localizzata rondine montana. Più comuni la ballerina bianca, il picchio verde ed il bel merlo acquaiolo . Tra gli anfibi vanno segnalati la salamandrina dagli occhiali e il sempre più raro ululone dal ventre giallo. Vairone, ghiozzo di ruscello, trota fario sono tra i pesci presenti, che dividono le acque pulitissime del Farfa con gamberi e granchi di fiume. Tra i mammiferi sono segnalati il Tasso , la volpe, l'istrice , la donnola .