Formello

Formello (RM)

Il paese è situato in posizione interna, non lontano dalla via Cassia, deriva la sua denominazione dal latino forma (condotta d'acqua) per la presenza di una rete di cunicoli per l'approvvigionamento idrico del territorio a nord della città etrusca di Veio. Il centro, infatti, dovette essere già frequentato sin dall'epoca etrusca come testimonia la presenza di una tomba monumentale, il Tumulo di Monte Aguzzo cosiddetto 'Chigi'. Ma i primi riferimenti al borgo risalgono alla fine dell'XI secolo d.C., quando venne menzionato come castrum (castello) e donato da Gregorio VII ai monaci di San Paolo. Dal XIII secolo fu di proprietà della potente famiglia degli Orsini, fino alla seconda metà del Settecento quando venne ceduto alla casata dei Chigi assieme a Sacrofano , Campagnano di Roma e Cesano. Questa ricca e potente famiglia fu protagonista di opere di rinnovamento del borgo e della costruzione di una prestigiosa villa suburbana, detta la Versaglia .

Trai monumenti di rilievo: il Palazzo Chigi e la Chiesa di San Lorenzo .

Tra le testimonianze del passato, qui si trova il vaso detto Olpe Chigi, tra i capolavori della ceramica greca, decorato da scene di guerra ed episodi mitologici: fu rinvenuto nel 1882 proprio a ridosso dell'abitato di Formello, sul monte Aguzzo, all'interno di una tomba a tumulo durante i lavori di scavo di una cava di pozzolana.

Complesso fortificato medievale trasformato in palazzo residenziale dagli Orsini e dai Chigi, e la Chiesa di San Lorenzo con affreschi di Domenico Palmieri e la caratteristica meridiana realizzata (1796) nel pavimento.

Nel territorio comunale vanno inoltre menzionati alcuni valori storico-archeologici: il Tumulo Chigi a Monte Aguzzo e la Villa Chigi detta "la Versaglia". Mentre tra i valori ambientali, deve annoverarsi il sito di Importanza Europea: Valle del Crèmera