Cave (FR)

Cittadina di circa diecimila abitanti nella provincia di Roma, fu a lungo feudo della famiglia Colonna. Deve probabilmente il suo nome alla presenza di cave di tufo vulcanico e breccia, abbondanti nell'area. Tra i suoi monumenti vanno citati la chiesa di San Carlo Borromeo, seicentesca, con l'annesso convento ed il chiostro; il santuario della Madonna del Campo, patrona di Cave, e quello di San Lorenzo Martire del X secolo; le medievali chiese di Santa Maria in Plateis e Santa Maria di Rapello (altrimenti detta di Sant'Anatolia). La collegiata è dedicata a Santa Maria Assunta, risale al Seicento e presenta un portale bronzeo. Tra gli edifici civili si segnalano il Palazzo Mattei, eretto nella seconda metà del Settecento sulle antiche mura perimetrali del castello di Cave, e il Palazzo Leoncelli (poi di proprietà dei Colonna) costruito nel centro storico agli inizi del Cinquecento.